Gli HOP FROG al Geko in diretta

c3.ac-images.myspacecdn.com_images01_94_m_bd5abc90976fe16d5e3c6113e096b23a

Inizia l’estate in compagnia del Geko (San Benedetto del Tronto-AP).

Ascolta la diretta dal Geko degli Hop Frog, famosa cover band dei Led Zeppelin

La presentazione della serata
{audio}GEKO_hopfrog.mp3{/audio}
L’intervista agli Hop Frog
{audio}geko2.mp3{/audio}
La prima parte del concerto
{audio}hop_frog.1.mp3{/audio}
La seconda parte del concerto
{audio}hop_frog.2.mp3{/audio}

Clicca qui per vedere e ascoltare un breve video della serata LIVE!

 

Gli Hop Frog nascono sul finire del 1998 nei dintorni del melmoso “delta” del fiume Tronto per volere del “pifferaio magico” Tonino Coccia e del “dispotico solista” Roberto Celi, che radunati i loro piu’ fedeli compagni di merende (Maurizio Morganti, Marco Iachini e Guido Pinto) intraprendono la via del rock’n’roll dopo una breve ma interessante parentesi progressive, orientandosi verso le sonorità ruvide ed avvolgenti tipiche degli anni ‘70…
Dopo le devastanti defezioni del bassista Guido Pinto e del polistrumentista Tonino Coccia, i tre Frogs rimasti non si perdono d’animo ed ingaggiano un giovane ma promettente musicista dalle fiere origini neretesi (Davide “Dave” Perilli) con il quale imbastiscono un umile tributo ai Led Zeppelin per i quali i nostri nutrono una passione smodata che rasenta il feticismo.

Rimasti in quattro (Maurizio alla voce e armonica, Roberto alla chitarra e theremin, Marco alla batteria ed il buon Davide al basso) gli Hop Frog snelliscono ulteriormente il loro suono e calcano i palchi più disparati del centro Italia, permettendosi persino di condividere la scena (e “qualche” birra ghiacciata) con il mitico Ian Paice, batterista dei Deep Purple.

Tuttora, dopo anni di esperienza live, la band si impegna ancora nella ricerca delle sonorità Zeppeliniane avvalendosi di una strumentazione vintage e lasciando spazio ad ampie improvvisazioni che dilatano la durata dei loro show.

I quattro musicisti si avventurano anche nell’ Hard Blues degli ultimi decenni e non disdegnano sessioni completamente acustiche nelle quali, pur rimanendo fedeli ad un repertorio tipicamente rock, danno sfogo alle loro pulsioni musicali interpretando e ri-arrangiando avidamente i brani dei loro artisti preferiti.

Queste facce poco raccomandabili qui sotto sono gli Hop Frog…………….

Seguici

Segui Radio Incredibile anche sugli altri social.
Resta informato sulle novità e gli aggiornamenti delle rubriche.

Per curiosità, informazioni, collaborazioni.. CONTATTACI»

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per restare informato sulla nostra programmazione e sugli eventi in programma.

* campo richiesto
Share This